Il digital refresh dell'estate 2017

1 agosto 2017 / Chiara Bua

Categoria: digital life

L’estate è arrivata ormai da un bel po’, del resto il 21 giugno sembra già un ricordo lontano, eppure per chi lavora niente è sinonimo d’estate come agosto: per la maggior parte di noi dire agosto equivale a dire estate, vacanze, niente lavoro, relax, ecc. Mentre, però, possiamo cercare di mettere in standby gli impegni lavorativi per una o più settimane, non possiamo di certo disattivare la naturale propensione e familiarità che abbiamo ormai sviluppato nei confronti del mondo digital.

Sebbene i sostenitori del detox digitale durante le vacanze non manchino, siamo tutti più o meno consapevoli del fatto che sotto l’ombrellone, insieme alle ciabattine e alla crema solare, lo smartphone non può mancare. Stando a uno studio pubblicato dalla società di sicurezza informatica McAfee, “Digital Detox: Unwind, Relax and Unplug” (Disintossicazione digitale: rilassarsi, distendersi e ‘staccare’ durante le vacanze estive), la maggior parte degli individui preferisce rimanere connessa. In particolare:

  • Il 38% non lascia passare un giorno senza controllare la propria email di lavoro o personale. Più di un quarto (27%) ha ammesso di controllare costantemente la posta elettronica durante il giorno.
  • Il 37% non resiste a non pubblicare sui social media durante le vacanze.
  • I computer portatili sono risultati il dispositivo più frequentemente lasciato a casa (72%), ma solo il 27% sarebbe disposto a lasciare il proprio smartphone.
  • Essere raggiungibili dalla famiglia e dagli amici è il motivo più comune per cui non ci si disconnette (62%).

Ma lo smartphone in cosa può esserci davvero utile durante le vacanze?

Per esempio potremmo utilizzarlo per prenotare l’ombrellone e il lettino prima di arrivare in spiaggia. Come? Grazie a Coco, app ideata da due ingegneri italiani, è possibile scegliere tra uno dei 60 stabilimenti balneari registrati, scegliere, prenotare e pagare (tramite PayPal o carta di credito/debito) il proprio posto al sole: basta, infatti, mostrare la prenotazione sullo smartphone per avere l’ombrellone.

Un trend particolarmente importante che può tornarci molto utile quest’estate è quello dei pagamenti digitali, con il mobile payment e il peer-to-peer (P2P) che hanno tutte le carte in regola per semplificarci, e non poco, la vita. Non è più necessario, infatti, portare con sé il portafoglio per andare a prendere un gelato, basta utilizzare Apple Pay per pagare col proprio smartphone in modalità contactless. Se poi vi capitasse di andare a cena fuori e di non avere abbastanza soldi in tasca, potrete chiedere a Siri di inviare ai vostri commensali la vostra quota tramite PayPal.

Questo è solo un assaggio di quello che potete trovare nel nostro Digital Refresh dell'estate. Curiosi di scoprire il resto? Cliccate qui sotto e richiedete una demo gratuita!  

New Call-to-action

Chiara Bua
AUTORE

Chiara Bua

Esponente di spicco del binge-watching da molto tempo prima dell'arrivo di Netflix, non si tira mai indietro quando c'è da scoprire un nuovo ristorante giapponese o una succulenta hamburgheria. È nota al grande pubblico per essere tra le poche persone al mondo ad andare ogni giorno oltre la prima pagina di risultati di Google senza subire danni permanenti al cervello.

Potrebbe interessarti anche

Non ci sono articoli correlati