<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=325701011202038&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Smart working: se ne sente parlare sempre di più, tanto online quanto nei corridoi aziendali. Ma cos’è davvero? Qual è la definizione di smart working e come ci si può preparare al meglio per attuarlo? Come gli addetti alle gestione delle risorse umane possono accompagnare i collaboratori d’impresa attraverso questo fenomeno?

Innanzitutto, va sfatato un mito: smart working non significa (solo) lavorare da casa

Lo smart working rappresenta un nuovo paradigma lavorativo strettamente collegato all’esplosione della Trasformazione Digitale. Quest'ultima sta cambiando radicalmente le modalità di organizzazione e coordinamento del lavoro, svincolandole sempre più dal tempo e dallo spazio fisico. Siamo alle porte di una nuova cultura organizzativa dove i confini tra vita lavorativa e vita personale sono sempre meno netti.

Dunque, alla luce di questa riflessione, alla domanda “cos’è lo smart working” potremmo senz’altro rispondere:

“una modalità di lavoro svincolata dai riferimenti spazio-temporali ma focalizzata piuttosto sul raggiungimento di un obiettivo, chiaramente indicato, definito e soprattutto raggiungibile”. 

 

Lo smart working e il ruolo dell'HR

Lavorare per obiettivi implica lo sviluppo di un mindset decisamente aperto al cambiamento, ma non solo. Le competenze digitali, sempre più richieste in un contesto competitivo caratterizzato da digitalizzazione diffusa, risultano cruciali. 

Cosa comporta questo per un referente dell’area Risorse Umane? Creare cultura sul fenomeno e sviluppare le giuste competenze oggi risulta un fattore critico di successo in impresa.

Dunque, prima di lanciare il nuovo programma di smart working, sarebbe bene fare un po’ di formazione al fine di diffondere una cultura aziendale su questo tema che ne favorisca il successo. Un corso sullo smart working è la soluzione migliore. 

E trattandosi di smart working, si rende necessario utilizzare modelli di smart education: la metodologia didattica deve basarsi sull’apprendimento continuo e on-demand per sganciarsi anch’esso da condizionamenti spaziali e temporali. Inoltre, per superare i tradizionali contesti di apprendimento, i momenti educativi devono essere coinvolgenti, basati su esperienze immersive sia sul piano cognitivo che emozionale. 

La soluzione di Digital Dictionary: un corso di smart working e digital soft skills

Digital Dictionary ha sviluppato un percorso di apprendimento per professionisti e manager: un corso per conoscere le dinamiche dello smart working e sulle digital soft skills necessarie. Il corso è articolato in tre moduli distinti:

1. Introduzione allo smart working: molto più del remote-working settimanale. 

Questo modulo è la soluzione ideale per introdurre il tema dello smart working in impresa, approfondendo la conoscenza del fenomeno. Si tratta di un percorso di in-formazione continua in formula blended, che prevede momenti di confronto e dibattito in aula e - tra un incontro e un altro - la condivisione di contenuti di approfondimento tramite la nostra piattaforma di gamification. Per saperne di più su questo modulo date un'occhiata all’articolo "Smart Working: come sviluppare la giusta cultura con Digital Dictionary". 

I contenuti erogati tramite la piattaforma di gamification servono come approfondimento rinforzo in riferimento all’ampio tema dello smart working, mentre gli incontri in aula sono focalizzati sul brainstorming in merito agli impatti della Digital Transformation e alla necessità di sviluppare un Digital Mindset. Sono previsti 3 incontri in aula, l’ultimo dei quali è incentrato sulla presentazione di due digital soft skills fondamentali in un contesto di Smart Working: il Digital Team Working e la Virtual Communication. 

I due moduli successivi rappresentano la soluzione ideale per andare a lavorare in modo più immersivo su ciascuna di queste due Digital Soft Skills.

 

RICHIEDI LA BROCHURE

 

2. La virtual communication, l'arte di saper comunicare a distanza con gli strumenti digitali. 

Utilizzare in maniera consapevole ed efficace tutti gli strumenti di virtual communication abilitati dalla trasformazione digitale risulta cruciale per riuscire a lavorare in maniera altrettanto efficace con i propri colleghi. Per un approfondimento su questa soft skill, potete leggere l’articolo "Virtual Communication: come svilupparla con Digital Dictionary". 

Ecco perché Digital Dictionary ha sviluppato un percorso, della durata di tre giornate da otto ore ciascuna, per sensibilizzare e allenare la popolazione aziendale su un tema attuale e rilevante come la virtual communication.

Il corso si struttura in 3 giornate dove a momenti di brainstorming si alternano momenti di Active Learning, durante i quali i partecipanti metteranno alla prova la propria capacità di comunicare attraverso i canali digitali.

Volete saperne di più? Richiedete qui la locandina di questo percorso!

3. Il digital team working: lavorare in modo produttivo e prendere parte attiva a un team anche da remoto.

Ultimo ma non meno importante è il percorso per sviluppare la competenza legata al Digital Team WorkingGli strumenti che la Digital Transformation ha portato in impresa risultano, infatti, fondamentali tanto per far comunicare persone in aree geografiche differenti, quanto per consentire a queste stesse persone di portare avanti progettualità di diverso tipo. Ne consegue la necessità di rafforzare la propria capacità di lavorare in team diffusi sul territorio e mantenere sempre alto il coinvolgimento dei propri colleghi.

Anche su questo fronte, Digital Dictionary ha sviluppato un percorso della durata di tre giornate da otto ore per favorire lo sviluppo di questa competenza. Brainstorming e Learning by Doing sono le parole chiave di questo percorso, di cui è possibile trovare un approfondimento a questo link: "Digital Team Working: come Digital Dictionary ti aiuta a portarlo in azienda.

Volete saperne di più? Date un'occhiata alla brochure dei percorsi per portare lo smart working e le digital soft skills in impresa!

 

RICHIEDI LA BROCHURE 

Gaetano Di Giuseppe
Autore

Gaetano Di Giuseppe

Classe 1992, arrivato da Salerno a Milano con l'alta velocità. Laureato in Marketing Management, con un background umanistico e un passato nel teatro. Oggi Business Developer in Digital Dictionary!

Visual_storytelling_fundamentals_checklist
digital-strategy-posizionamento-comunicativo-canali-digitali