<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=325701011202038&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Una delle certezze della società sempre più digitale in cui viviamo è il cambiamento: tutto, oggi, muta a una velocità esponenzialmente più elevata rispetto al passato. In questo mondo che cambia di giorno in giorno esistono, però, dei punti fermi a cui fare riferimento per capire che direzione stia prendendo il cambiamento.

Uno di questi è sicuramente il CES, il Consumer Electronics Show che si tiene ogni anno a Las Vegas. Nato nel 1967, il CES è il luogo di ritrovo per tutti coloro che si occupano e sono interessati alle tecnologie digitali in ambito consumer: nel 2018, per esempio, sono stati registrati oltre 180mila visitatori.

CES, l’edizione 2019

Cosa è emerso dall’edizione appena conclusa del Consumer Electronics Show? Dalla stampa 3D all’intelligenza artificiale, passando per la robotica, la guida autonoma, l’ecosistema IoT e ambiti come l’health, il turismo, lo sport e l’intrattenimento: il CES è un vero e proprio bazar tecnologico digitale dove vedere in azione il futuro della tecnologia. Tra i prodotti che più hanno fatto parlare di sé figura sicuramente il nuovo LG Oled R, un televisore dallo schermo arrotolabile su se stesso che, potenzialmente, potrebbe essere il primo passo verso tutta una serie di applicazioni di questa tecnologia, per esempio nel mondo degli smartphone.

Le novità dal mondo automotive

Al CES di quest’anno, come ormai da un paio d’anni a questa parte, la guida autonoma ha un ruolo di rilievo tra i player del mondo automotive, ma c’è chi, come Audi, sta iniziando già oggi a ripensare il concetto di entertainment all’interno dei veicoli in vista di un futuro in cui le auto non si guideranno più. L’ultima novità in casa Audi è il "Marvel's Avengers: Rocket's Rescue Run", concept che si ispira ai film Marvel, e che promette di trasformare il viaggio dei passeggeri seduti sul sedile posteriore in un’esperienza immersiva di realtà virtuale.

Indossando i visori, gli occupanti vengono proiettati nello spazio cosmico, la e-tron (il nuovo SUV elettrico della casa tedesca) si trasforma in un’astronave e reale e virtuale si sincronizzano: quando l'auto svolta a destra, l'astronave fa altrettanto, oppure quando infine il mezzo accelera, anche il convoglio spaziale si fa largo tra i meteoriti a tutta velocità.

audi_experience-publicity_2-embed-2019

Kia, invece, ha presentato la tecnologia Real-time Emotion Adaptive Driving (R.E.A.D.) sviluppata in collaborazione con il Massachusetts Institute of Technology di Boston e il Media Lab's Affective Computing: si tratta di un’intelligenza artificiale capace di riconoscere l’emotività dei passeggeri e adattare di conseguenza lo stile di guida.

FCA ha portato la sua Chrysler Pacifica Hybrid equipaggiata con il sistema di guida autonoma made in Waymo, mentre Byton (nuovo player del mondo automotive proveniente dalla Cina) ha presentato il suo primo SUV, l’M-Byte, che presenta un abitacolo completamente digitale incentrato sullo Shared Experience Display da 48", un vero e proprio grande schermo in-car, il più grande al mondo per un'automobile in produzione.

Tra le altre innovative soluzioni digitali presentate al CES 2019 troviamo anche Ellcie Healthy, una montatura smart che usa la tecnologia a infrarossi e i sensori di movimento per capire quando chi la indossa chiude gli occhi, sbadiglia o muove la testa e che potrebbe risultare utile per chi si trova al volante - captando segnali di sonnolenza e intervenendo con segnali luminosi e sonori).

Degna di nota è anche Whill, la prima sedia a rotelle a guida autonoma, così come anche Ullo, che vuole aiutare a ridurre l’ansia di persone che soffrono di patologie come Alzheimer, autismo, sindrome da deficit di attenzione, con un “gioco” basato sulla realtà aumentata e che invita gli utenti a creare e curare un giardino per favorire il rilassamento.

E poi c’è DrinkShift, il frigorifero ideato dalla società giapponese Shiftall e pensato per gli amanti della birra: è lo stesso frigorifero a inviare una notifica al cloud dell’utente sul consumo e il numero di birre presenti al suo interno tramite dei sensori integrati e a predisporre l’acquisto online per il rifornimento.


Le realtà italiane presenti al CES 2019

Al CES 2019, inoltre, erano anche presenti diverse realtà italiane. Tra queste troviamo Sitael che punta a rivoluzionare le macchinette del caffé con Matipay, un dispositivo che le rende connesse e che permette di prendere bevande o merendine via app. Optima Molliter ha invece presentato il proprio calzare per la “cura” dell’ulcera da piede diabetico: si chiama SBi Motus Smart e monitora in tempo reale le performance e i parametri del paziente, assicurandosi anche che questo effettivamente svolga la terapia.

E poi c’è anche InkSquad, un’app sia per iOS che per Android tutta italiana che permette a chi vuole farsi un tatuaggio e ancora non ha un tatuatore di fiducia di individuarlo. Come? InkSquad ha creato un database all'interno del quale i tatuatori caricano i loro lavori e il loro stile, mentre a un software è affidato il compito di indicare il professionista che si abbina di più al gusto dell’utente. Al momento InkSquad ha registrato 150 tatuatori (verificati uno per uno) provenienti da 180 studi diversi.

Screenshot 2019-01-23 at 18.55.00

Curioso di saperne di più sulle novità provenienti dal mondo digitale? Essere sempre aggiornati e sviluppare una cultura digitale è fondamentale per un'azienda che vuole restare al passo con i cambiamenti innescati dalla rivoluzione digitale e competere con successo nell'attuale contesto socio-economico. Come farlo? Ci pensa Digital Dictionary! Scopri come:

 

201812_ASA1_CTA_BOFU_MINDSET

 

Chiara Bua
Autore

Chiara Bua

Esponente di spicco del binge-watching da molto tempo prima dell'arrivo di Netflix, non si tira mai indietro quando c'è da scoprire un nuovo ristorante giapponese o una succulenta hamburgheria. È nota al grande pubblico per essere tra le poche persone al mondo ad andare ogni giorno oltre la prima pagina di risultati di Google senza subire danni permanenti al cervello.

201902_CTA_SIDEBAR_TREND_2019_TOFU
Digital_mindset_CTA