<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=325701011202038&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Nel 2017 il trend del turismo medicale era in forte crescita. Un anno dopo, dal Rapporto Oasi 2018 risultava chiaro che il turismo e la mobilità sanitaria potevano permettere alla sanità italiana di favorire la notorietà al nostro made in Italy da un punto di vista sanitario, quindi si prospettavano le basi per espandere l'area della solvenza e l'attività ospedaliera tout court.

Ed è proprio nel 2017 che è nata Ihealthyou, una start-up italiana con l’ambizione di diventare un rilevante hub di indirizzo delle scelte di cura, in qualità di piattaforma informativa, e comparatore indipendente che offriva agli utenti la possibilità di ricercare in un unico ambiente digitale le informazioni sulle strutture sanitarie, in linea con le proprie esigenze in 5 Paesi in Europa.

Oggi, nel 2021 e dopo una grave crisi sanitaria, Ihealthyou diventa Digital Media Brand di Digital Dictionary, rinnova la propria veste grafica e si pone come un hub dalla triplice anima: informativa, educativa e di ricerca. Ecco tutta la storia!

  1. Ihealthyou: dalla nascita alla crisi pandemica
  2. 2019: l'anno degli investimenti e del pareggio di bilancio
  3. 2020: Ihealthyou diventa Digital Media Brand di Digital Dictionary

 

 

New call-to-action

1. Ihealthyou: dalla nascita alla crisi pandemica

Ihealthyou è nata con lo scopo di mettere ordine in un settore complesso come quello sanitario, e far fronte da un lato alla mancanza informativa circa il panorama sanitario europeo e dall’altro cercare di ridurre il principale fenomeno che si è creato nell’era dell’informazione digitale: il fenomeno del Dr. Google.

Le persone ricercano sempre più spesso in rete i propri sintomi e le strutture dove curarsi: i risultati ottenuti però non sempre provengono da fonti istituzionali chiare, attendibili. Già nel 2017, il web assumeva un ruolo importante sin dalle prime fasi del patient journey. Secondo una ricerca della IBSA Foundation for Scientific Research di quell’anno, l’88% degli italiani si avvaleva del web per la ricerca di informazioni sulla propria salute e circa il 44% riteneva che rivolgersi a internet fosse poco o per nulla rischioso.

La missione di Ihealthyou, dunque, era quella di offrire, a tale criticità rilevata, una risposta semplice per facilitare l’incontro tra le persone in cerca di un luogo in cui curarsi e le strutture ospedaliere in linea con le loro esigenze. Inoltre, l’obiettivo era quello di favorire il cambiamento di paradigma nel settore healthcare dove i diversi attori della filiera erano soliti a lavorare in silos e ancora poco customer-centric.

Il portale si presentava come un motore di ricerca delle strutture sanitarie in Italia e nel resto dell’Europa, consultabili per patologia, trattamenti, terapie ed esami diagnostici.

 

Schermata 2021-06-24 alle 17.53.44

Il primo logo di Ihealthyou

 

Cosa è cambiato dal 2017? La crisi pandemica ha colpito duramente il settore del turismo medicale, che stava già vivendo un momento di stallo a causa di una regolamentazione lenta, dove la burocrazia relativa al rilascio di visti per accogliere la mobilità incoming e l’annoso problema dell’indeducibilità dei trattamenti rendeva purtroppo poco attrattivo il nostro sistema salute da parte di persone provenienti dall’estero.

Anche la mobilità sanitaria a livello nazionale ha subito un contraccolpo, a seguito di un’accelerazione digitale indotta anche dalla recente pandemia.

In questi ultimi quattro anni rimane però un fattore comune: i modelli di accesso e utilizzo critico delle informazioni sono sempre più̀ a portata di clic. Anzi, si sta consolidando una criticità a fronte dell’infodemia che ha caratterizzato soprattutto il settore sanitario negli ultimi 16 mesi: l’accesso indiscriminato ad una conoscenza non sempre verificata è spesso causa di un empowerment non virtuoso di pazienti e caregiver. È fondamentale quindi continuare a promuovere una corretta informazione ed educare gli utenti su tematiche rilevanti per la propria salute attraverso i canali digitali.

Per questo motivo, nel 2021 il nuovo Ihealthyou si propone come l’alleato digitale del benessere collettivo sui temi della prevenzione e della cura, per rendere gli utenti informati e consapevoli sulla propria salute.

 

IHY_logo_2Il nuovo logo di Ihealthyou

 

Ma torniamo ancora un attimo a prima della pandemia da Covid-19. 

 

2. 2019: l’anno degli investimenti e del pareggio di bilancio

Nel 2019, Ihealthyou si presenta come un portale in doppia lingua, cui un raffinato lavoro di ricerca e sviluppo ha permesso di creare un motore di ricerca semantico molto capillare basato su oltre 2.000 strutture sanitarie, 345 aree cliniche, 4.000 patologie, 1.000 esami diagnostici e 2.400 trattamenti e terapie, senza prevedere la struttura di classifiche, perché ogni persona in cerca di cure presenta delle specificità in relazione al proprio stato di salute.

L'assunto di base ha escluso l’identificazione del “miglior centro” in termini assoluti per ciascuna patologia. Invece, è stato previsto un processo di informazione trasparente che possa soddisfare i bisogni dell’utente.

A tal proposito, Ihealthyou ha utilizzato tre criteri di ordinamento dei risultati di ricerca: indicatori quantitativi come il numero di interventi e il volume di ricoveri; indicatori qualitativi a fronte della valutazione di parametri accessori, mediante un questionario online sulla patient satisfaction diffuso e compilato secondo la logica paritaria tipica del paradigma peer-to-peer (P2P) che non contemplasse gli esiti delle prestazioni cliniche, e la geografia come sinonimo di propensione allo spostamento.

In un anno e mezzo la start-up Ihealthyou raggiunge il pareggio di bilancio grazie alle numerose collaborazioni avviate con i principali stakeholder della filiera sanitaria.

 

ihealthyou-piattaforma-salute

 

3. 2020: Ihealthyou diventa Digital Media Brand di Digital Dictionary

In piena crisi globale, Digital Dictionary ha creduto nelle potenzialità della piattaforma. Così, nel 2020, la società acquisisce Ihealthyou con lo scopo di consolidare il suo posizionamento nel settore healthcare (quasi il 30% del fatturato deriva da questa industry), investendo nel suo sviluppo.

A giugno 2021 Digital Dictionary è pronta a presentare al mercato il nuovo modello di Ihealthyou che, all’interno del suo ecosistema, assume il ruolo di Digital Media Brand per supportare le persone nella prevenzione e cura della salute attraverso tre hub (informativo, educativo e di ricerca) e una nuova tecnologia per la definizione di percorsi di edutainment esperienziali nell’ambito delle terapie digitali.

 

 

La missione è rimasta intatta: promuovere una corretta informazione ed educare gli utenti su tematiche rilevanti per la propria salute attraverso i canali digitali.

E tu, sei pronto a scoprire il nuovo sito di Ihealthyou?

 

New call-to-action

 

Redazione
Autore

Redazione

area-download-approfondimenti-gratuiti
New call-to-action