<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=325701011202038&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Quanti di noi non hanno mai comprato un nuovo paio di cuffie su Amazon o un paio di scarpe su Zalando? Fare shopping oggi non vuol dire più vagare per decine di negozi in cerca dell’oggetto perfetto o fare interminabili code alle casse. L’e-commerce ha reso tutto più semplice, veloce, fluido e sempre a portata di mano…o meglio click. Per non parlare del mobile che ci permette di fare acquisti anche sulla metropolitana mentre andiamo al lavoro o per le strade mentre camminiamo. 

 

201902_CTA_TREND_2019_TOFU

 

Eppure non è finita qui! Lo shopping online si è evoluto ancora con la comparsa all’orizzonte dei social networks. I social, infatti, sono diventati un canale privilegiato per farsi un’idea sugli ultimi prodotti in circolazione e cercare ispirazione sui prossimi acquisti: il successivo passaggio alla possibilità di acquistare direttamente sulle piattaforme social è stato molto rapido. Stiamo parlando del social commerce, un trend già avviato ma che sarà uno dei protagonisti di questo 2019. Per capire, però, come questo fenomeno si stia diffondendo tanto velocemente e stia trasformando il modo di fare acquisti online dobbiamo prima capire, con l'aiuto di qualche dato, il panorama in cui si inserisce. 

 

Il 45% della popolazione mondiale utilizza attivamente i social networks

Questo è il dato che emerge dall’ultimo riport di We Are Social sullo stato del digitale nel mondo: 3.499 miliardi di persone, questo il dato assoluto, sono utenti attivi sui social networks. Un aumento di quasi 200 milioni di utenti nell’arco di un solo anno. Di questi utenti il 98% - più di 3.400 miliardi di persone - accede ai social networks tramite dispositivo mobile.

 

blog_immagini.001-10

La situazione globale si rispecchia perfettamente anche sul territorio Italiano. Sono oltre 35 milioni gli italiani attivi sui social - di cui 31 milioni da mobile- cioè oltre il 57% della popolazione totale della penisola. Il tempo speso da questi internauti sulle piattaforme social è di quasi 2 ore al giorno. 

 

blog_immagini.002-4

È innegabile quindi che la pervasività dei social networks nella quotidianità delle persone e la maggiore diffusione dei dispositivi mobile abbiano contribuito al rafforzamento di un trend come il social commerce.

 

Nel 2018 l'e-commerce mondiale ha raggiunto i 2.500 miliardi di dollari

Un ulteriore dato per capire come sono cambiate le modalità di acquisto ci viene fornito dall’analisi dell’e-commerce condotta dal Politecnico di Milano. Secondo l’osservatorio "E-commerce B2C" infatti, gli acquisti online nel modo sono cresciuti di circa il 20% rispetto all’anno precedente.  Anche in Italia l’e-commerce continua a crescere senza sosta: il valore degli acquisti online ha raggiunto i 27,4 miliardi di euro nel 2018, con un incremento del 16% rispetto al 2017.  Di questa quota il 31% degli acquisti- corrispondente a 8,4 miliardi di euro- è stato effettuato tramite smartphone. Infine, gli e-shopper nel nostro paese sono 23, 5 milioni sul totale della popolazione.

 

blog_immagini.003-1

 All’interno di questa crescita è particolarmente significativa quella proveniente dal mondo retail. In Italia gli acquisti online di prodotti (pari a 15 miliardi di euro) sono cresciuti del 25% nello scorso anno, e come riportato da Statista, anche nel resto del mondo l’e-commerce del settore retail non solo è cresciuto, ma si prevede continuerà a crescere anche nei prossimi anni raggiungendo i 4.878 miliardi di dollari nel 2021. 

 

blog_immagini.004

 Nel 2018 800 milioni di utenti hanno utilizzato Facebook Marketplace

Il social commerce, dunque, si sta affermando come fenomeno imperante e in continua crescita. Anche Nathan McDonald, Co-Founder e Group CEO di We Are Social ha  riportato un pensiero simile in una recente intervista:

Il social commerce, un tempo ‘parente povero’ dell'e-commerce, è cresciuto. [..] In parallelo si stanno muovendo anche le piattaforme che stanno creando funzionalità sempre più evolute per rendere il percorso di acquisto e condivisione il più semplice possibile.

Siamo tutti sempre connessi, ci siamo abituati agli acquisti online e in mobilità: non c’è da stupirsi che i social media si siano attivati per offrire sempre più modalità per acquistare facilmente i prodotti sulle piattaforme stesse. Se 800 milioni sono stati, dunque, gli utenti che hanno ultimato Facebook Marketplace, 90 milioni sono invece stati gli utenti che hanno utilizzato la funzione shopping su Instagram e il 55% degli utenti di Pinetrest ha utilizzato il social per informarsi sui prodotti da comparare. 

Con un numero crescente di brand che applicano il proprio modello di social commerce ai loro prodotti e servizi, - continua Nathan McDonald - vedremo nuove modalità non solo di acquistarli ma anche di scoprirli, provarli e raccomandarli. Sta emergendo quindi un nuovo tipo di esperienza di vendita al dettaglio, abilitato dalle piattaforme che sembrano voler facilitare le sfide del mondo retail. 

Che le aziende si stiano interessando al social commerce come opportunità, ma che siamo ancora agli inizi di questo processo di cambiamento, viene confermato anche da una recente ricerca di Hootsuite su oltre 3000 aziende, da cui è emerso che il 28 % di queste ha già implementato un piano per il social commerce o ha intenzione di farlo entro la fine di quest’anno. 

 

blog_immagini.005

Il social commerce è il sinonimo del cambiamento di abitudini che il digitale e la digital transformation stanno portano nelle nostre vite. Ma il social commerce non è l’unico cambiamento in atto e i trend da aspettarci nel 2019 sono molti. Volete scoprire quali sono? Scaricate il nostro report sui trend che è impossibile non conoscere nel 2019!

 

201902_CTA_TREND_2019_TOFU

Francesca Toldi
Autore

Francesca Toldi

Curiosa, propositiva e perfezionista. Davanti ad una sfida non si tira mai indietro. Approdata nel mondo della comunicazione da un background di studi molto vario ora è digital analyst e content creator in Digital Dictionary. Segni particolari: divoratrice di romanzi e cinefila professionista. Il suo motto: don’t stop until you are proud!

Visual_storytelling_fundamentals_checklist
Digital_mindset_CTA