<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=325701011202038&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

5' di lettura

Oggi si celebra la giornata più spaventosa dell’anno: Halloween!

Una ricorrenza che non smette di affascinare adulti e bambini, regalando qualche ora di evasione dai veri, angosciosi eventi che ci hanno travolto nelle ultime settimane.

Sapevi che dietro a questa festa, nata nei paesi anglosassoni e diffusa ormai in tutto il mondo, si nasconde una tradizione pagana ricca di significati esoterici? Halloween risale infatti all’antico Capodanno celtico, noto in gaelico come Samhain (‘novembre’).

Al tempo degli antichi celti si festeggiava nella notte tra il 31 ottobre e il 1° novembre la fine dell’anno della luce, simile alla nostra estate, e l’inizio di quello oscuro, l’inverno. Un momento di mezzo tra la stagione calda e quella fredda, in cui la popolazione credeva che il regno dei morti potesse entrare in contatto con quello dei vivi, ed era consuetudine appiccare grandi fuochi nella speranza di tenere alla larga gli spiriti malvagi.

Si stima che nel 2019 gli inglesi abbiano speso oltre 400 milioni di sterline per le celebrazioni del 31 ottobre, e solo negli USA la festa di Halloween aveva fruttato lo scorso anno 8,8 miliardi di euro. Un giro d’affari milionario, messo in ginocchio dalla preoccupante risalita della curva dei contagi.

Stessa sorte è toccata all’Italia: senza la tradizione del 'Trick or treat' la nostra economia rischia una scivolata da 235 milioni di euro rispetto al 2019, “con un crollo del business complessivo del 78% come conseguenza dell’emergenza Covid e delle recenti misure varate dal Governo”, ha sottolineato il Codacons.

Le nuove strette non hanno però impedito alle aziende del mass market di sfruttare la ricorrenza in ottica commerciale: tra promozioni da paura, zucche intagliate e maschere mostruose, anche quest’anno i brand si sono sfidati a colpi di creatività con campagne pubblicitarie e attivazioni a tema che hanno saputo catturare l’interesse dei pubblici, online e offline.

In questo articolo abbiamo selezionato alcune delle migliori iniziative realizzate proprio in occasione dell’evento. Eccole:

  1. Treat Town - Mars
  2. Halloween Kinder - Ferrero
  3. Halloween Roulette - Domino's Pizza
  4. Scary Places – Burger King

 

Sei pronto per una full immersion ‘da brividi’? Coraggio, e buona lettura!


Non vuoi perderti queste e tante altre news dal mondo del marketing e della comunicazione? Nessun problema, clicca qui o sul bottone qui sotto per iscriverti alla nostra newsletter settimanale: tutte le notizie in formato pillola per aiutarti a restare sempre aggiornato. 

 

iscrizione-newsletter-aggiornamenti


1. Treat Town - Mars

La necessità, si sa, è madre delle invenzioni, e per salvare la ricorrenza del 31ottobre (oltre al proprio fatturato) Mars ha deciso di trasferire sul digitale uno dei rituali aggregativi più amati nel giorno di Halloween, il rito del ‘Dolcetto o scherzetto’.

La nota multinazionale statunitense ha infatti lanciato in America un’iniziativa unica nel suo genere, destinata a durare anche post-Covid, negli Halloween che verranno“, a detta del Chief Information Officer dell’azienda, Romani Apert.  

Il progetto si chiama Treat Town, un’app mobile pensata per digitalizzare l’esperienza ludica del ‘Trick or treat unendo la dimensione virtuale del gioco a quella reale della ricompensa.

L’applicazione è scaricabile sia su App Store che su Google Play; prima di dare avvio alla caccia ai dolcetti basterà creare un profilo di famiglia e acquistare caramelle e dolciumi virtuali, che potranno essere scambiati con tutti gli amici iscritti alla piattaforma. 

Bussando alle porte di altri trick-or-treaters online, ogni utente guadagnerà crediti aggiuntivi, e avrà infine la possibilità di riscattarli negli store che hanno aderito all’iniziativa in cambio di una vasta scelta di prodotti a marchio Mars.

Un’idea efficace, che mostra come la tecnologia, se approcciata in modo strategico e sempre più phygital, può garantire la continuità del business anche in situazioni di crisi come quella che stiamo vivendo.

Ecco il video-tutorial dell’app👇

 

 

 

2. Halloween Kinder - Ferrero

Con un commercial tv incentrato sui nuovi prodotti in edizione limitata e una strategia di contenuto ad hoc sui social media e sul sito web, il Gruppo Ferrero è sceso in campo per aiutare gli adulti alle prese con le lunghe giornate trascorse in casa in compagnia dei più piccoli, senza poter contare sulle occasioni di socialità che solitamente scandivano la loro routine quotidiana.

Non servono attrezzature speciali, animatori professionisti o giocattoli di ultima generazione: nella nuova campagna Halloween Kinder, il brand entra nel cuore delle famiglie italiane con i suoi storici dolciumi rivoluzionati nel formato e nel pack, e con tanti, ingegnosi suggerimenti dedicati ai preparativi casalinghi della festa più paurosa dell’anno.

Dalle zucche a sorpresa, alle ghirlande fatte di bontà Kinder, ce n’è davvero per tutti i gusti e per tutte le esigenze! Non resta che prendere ispirazione dai tips e dagli esempi descritti online, soprattutto se si è alla ricerca di idee originali per lasciare a bocca aperta bambini e bambine, in modo educativo ed economico 👇

 

best-adv-migliori-creatività-mese-ottobre-halloween

 

3. Halloween Roulette - Domino's Pizza

Solo i più coraggiosi sceglieranno di assaggiarla. E forse molti di loro non vorranno averlo fatto. Stiamo parlando di una versione insolita di uno dei cibi più amati di sempre, la pizza, proposta dall’azienda di ristorazione americana Domino’s in una limited edition che promette di infuocare l’atmosfera a tavola, nella giornata di Halloween, e non solo.

Fino al 1° novembre i clienti australiani della catena potranno regalarsi un’emozione da brivido ordinando la nuova variante Halloween Roulette, molto simile a una pizza normale, ma condita con una salsa che si farà letteralmente rimpiangere fino all’ultimo boccone.

Il trucco? Domino's non dirà loro su quale fetta si nasconde l’ingrediente segreto.

Realizzata con lo Yellow Bhut Jolokia Chillies, uno dei peperoncini più hot in commercio, la Ghost Chilli Sauce è il 'Dolcetto o scherzetto' per eccellenza, ed è talmente intensa da essere accompagnata da un'etichetta di avvertimento sul cartone esterno delle pizze che la contengono.

Il CEO Nicholas Knight ha confermato che la salsa fantasma è all'altezza del suo nome, trasparente nel colore e del tutto inodore. Praticamente impossibile da riconoscere.

"Darà alle vostre papille gustative un'esperienza che non dimenticheranno mai, e non sapere se il prossimo morso che prenderete sarà anche il più infuocato aggiunge un'emozione davvero impagabile alla solita pizza Domino’s", ha aggiunto Knight.

"Un gusto spaventoso, da condividere con gli amanti del peperoncino... o con i nemici!"

 

best-adv-migliori-creatività-mese-ottobre-halloween

 

4. Scary Places - Burger King

Burger King si è fatta notare (e ha fatto molto discutere) negli USA per l’iniziativa Scary Places, lanciata proprio lo scorso lunedì in vista del 31 ottobre.

La campagna trae ispirazione dalle prove di coraggio che nel giorno di Halloween spingono i giovani americani a visitare luoghi spaventosi e case abbandonate, ma a molti è parsa di cattivo gusto se contestualizzata nel difficile momento storico che stiamo vivendo.

'I luoghi terrificanti’ ritoccati ad arte nei manifesti pubblicitari della catena corrispondono infatti a cinque indirizzi dove un tempo erano situati i ristoranti competitor del brand: McDonald’s, Wendy, Jack in the box e Sonic.

I consumatori che si recheranno in automobile a 300 piedi dai fast food in disuso, grazie alla geolocalizzazione riceveranno sull’app mobile un coupon per ritirare gratuitamente l’iconico panino Whopper in uno dei Burger King più vicini.

Ellie Doty, Chief Marketing Officer North America, ha dichiarato:

"Per noi, non c’è nulla di più spaventoso di un posto che non ha mai grigliato i suoi hamburger sulla fiamma. Anche se quest’anno Halloween sarà diverso, abbiamo pensato a un’iniziativa che consenta ai nostri clienti di festeggiarlo in sicurezza: con un bello spavento e una deliziosa ricompensa".

Gli Scary Places oggetto della campagna avrebbero chiuso anni fa, ‘molto prima della pandemia’, ha voluto precisare l’azienda, che si è sempre distinta per una comunicazione di marca all’insegna del divertimento e dell’ironia. Eppure, non sono mancate le polemiche.

Ironizzare sul fallimento di altre attività commerciali è stato visto come un colpo basso lanciato alle realtà in crisi nel mondo della ristorazione, uno dei settori più colpiti dalle ripercussioni economiche dell’emergenza sanitaria. Anche in un’America che sembra ormai aver rinunciato all’obiettivo di contrastare l’impennata dei contagi.

E tu, che idea ti sei fatto? 💭 Pensi che la pubblicità non debba essere confusa con la vita reale, o appoggi il pensiero di coloro che si sono schierati contro l’iniziativa di Burger King?

 

best-adv-migliori-creatività-mese-ottobre-halloween

 

Siamo giunti alla fine del nostro articolo. Quali considerazioni possiamo trarre da questa carrellata di advertising?

In un momento storico caratterizzato dall’assenza di prossimità e dalle stringenti limitazioni imposte alla vita reale, i consumatori si aspettano vicinanza e impegno dai brand, chiamati a reinventarsi in chiave digitale per offrire esperienze all’altezza dei bisogni che cambiano, e del progresso che avanza.

Le nuove tecnologie ci hanno salvati in molti modi, e probabilmente continueranno a farlo anche nei mesi a venire. Apriranno nuove strade che dobbiamo esser pronti a percorrere, imparando dal passato, senza più voltarci indietro.

 

Se nel frattempo non vuoi perderti gli ultimi aggiornamenti dal mondo della comunicazione e del marketing, clicca sul bottone qui sotto per iscriverti alla newsletter! 👇

iscrizione-newsletter-aggiornamenti 

Redazione
Autore

Redazione

area-download-approfondimenti-gratuiti
New call-to-action