<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=325701011202038&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

In Italia, qual è l’atteggiamento delle imprese verso la digital transformation? Quali sono le sfide organizzative e quali le digital capabilities necessarie per un cambiamento sostenibile?

Partendo da questa macro domanda di ricerca, l’articolo che segue riassume le principali evidenze empiriche della ricerca "Digital Transformation, Digital Mindset e competitività aziendale" condotta da Digital Dictionary, con il patrocinio dell’International Advertising Association (IAA), l’Associazione Nazionale dei Direttori Amministrativi e finanziari (Andaf) e Enjoy Your Learning (EYL)con lo scopo di studiare la digital transformation (per un'approfondimento si rimanda all'articolo Digital Transformation e cultura digitale: pronti a cavalcare l'onda? ) e le sue implicazioni sul tessuto organizzativo, culturale e umano delle imprese. 

Gli argomenti trattati nei capoversi che seguono sono:

  1. la digital transformation per un nuovo umanesimo;
  2. la digital transformation è sinonimo di tecnologie digitali?
  3. i 3 settori più impattati dalla Digital Transformation;
  4. le figure professionali più coinvolte nella Digital Transformation.

 

#1. La digital transformation per un nuovo umanesimo.

Come già successo per tante parole di uso manageriale, anche il termine Digital Transformation rischia di diventare un termine inflazionato nell’uso, ancorché non sempre chiaro nel significato e tanto più nelle implicazioni aziendali e sociali. Basti osservare l’immagine che segue per comprendere l’interesse verso il tema della trasformazione digitale: quasi 300 milioni di risultati in poco più di un secondo e un trend crescente nei volumi di ricerca di questo termine negli ultimi 5 anni.

Schermata 2018-10-02 alle 15.48.51

A prescindere dallo stretto significato del termine, digital transformation è senza alcun dubbio una delle più rilevanti chiavi di lettura del panorama economico attuale: la trasformazione, spesso dirompente e pervasiva, dei contesti organizzativi abilitata dalle nuove tecnologie digitali.  

#2. La Digital transformation è sinonimo di tecnologie digitali?

Assolutamente no, anche se nell’ultimo decennio lo sviluppo dei Social network, del Mobile, del Cloud e degli Analytics, insieme a robotica, intelligenza artificiale e Internet-of-Everything, ha avviato un’evoluzione tecnica degli strumenti di lavoro, modificando profondamente il rapporto tra uomo e macchina. 

La digital transformation ha favorito tuttavia anche un’evoluzione strategica di dimensioni critiche della vita di impresa come l’organizzazione, la cultura e gli stili manageriali, spostando l’attenzione e gli investimenti delle  imprese verso una rinnovata visione del capitale umano. La trasformazione digitale, infatti, è prima di tutto espressione di un’evoluzione sociale e culturale, guidata da profondi meccanismi di condivisione, in cui il digitale amplifica le capacità individuali e dà vita a nuove forme di umanesimo. Diventa essenziale, dunque, per le imprese e le organizzazioni, aggregare tale potenziale e investire sulle digital capabilities come garanzia di competitività a lungo termine.

La chiave interpretativa suggerita è quindi quella di osservare il fenomeno della trasformazione digitale di impresa in modo olistico e non limitatamente all’impiego – seppur pervasivo -  delle tecnologie digitali. Si tratta di un fenomeno in grado di amplificare – e non di sostituire – le capacità dell’uomo all’interno di un nuovo contesto culturale e sociale, un nuovo umanesimo all’interno del quale la centralità della persona umana riscopre nuovi significati e nuove possibilità.  

#3. I 3 settori più impattati dalla Digital Transformation.

Alla ricerca sul tema oggetto di analisi hanno partecipato 119 imprese operanti sul territorio Italiano. Le imprese sono state raggiunte attraverso il supporto delle associazioni patrocinanti la ricerca, quali l'International Advertising Association (IAA), l’Associazione Nazionale dei Direttori Amministrativi e finanziari (Andaf) e Enjoy Your Learning (EYL), campagne di inbound marketing e azioni di promozione su LinkedIn e Facebook da parte dell’autore della ricerca Digital Dictionary.

La maggior parte delle imprese rispondenti è di medio - grande dimensione. Una possibile spiegazione di questa risposta è che la sensibilità verso il fenomeno della trasformazione digitale di impresa sia maggiormente diffusa presso imprese di questa dimensione.

Schermata 2018-10-02 alle 15.49.30

Alla ricerca hanno risposto imprese molto diverse tra di loro per settore di appartenenza. Questo dato potrebbe spiegare che la trasformazione digitale di impresa è un tema di interesse trasversale a una grande molteplicità di settori. I settori più rappresentati all’interno della ricerca fanno riferimento ai servizi e sono:

  1. servizi di Informatica;
  2. servizi di Marketing e Pubblicità;
  3. servizi finanziari.

#4. Le figure professionali più coinvolte nella Digital Transformation.

Alla ricerca hanno risposto figure professionali molto diverse fra loro. La maggior parte dei rispondenti ricopre ruoli manageriali strategici, probabilmente anche a seguito della dimensione medio-grande delle imprese che hanno partecipato alla ricerca. In una logica di catena del valore, la maggior parte dei rispondenti svolge attività di supporto, mentre i rispondenti che svolgono attività primarie fanno riferimento all’area marketing, vendite e customer service. Seppur in misura inferiore hanno partecipato alla ricerca rispondenti che in impresa si occupano specificatamente della tema della trasformazione digitale.

 

Sei interessato ad approfondire i risultati della ricerca Digital Transformation, Digital Mindset e competitività aziendaleFai click sul tasto che segue per ricevere via mail il report con un’analisi più estesa dei risultati!

 

DD_Digital_Capabilities_CTA_TOFU

 

Andrea Cioffi
Autore

Andrea Cioffi

Dottore di ricerca specializzato nei sistemi di misurazione delle performance, in qualità di fondatore e amministratore delegato di Digital Dictionary declina queste competenze in ambito digitale, per sviluppare soluzioni operative finalizzate a supportare le imprese a essere efficacemente presenti nei canali digitali. L’esperienza maturata in ambito digitale ha favorito la creazione di Ihealthyou, startup tecnologica innovativa, specializzata nell’indirizzare persone in cerca di cura verso le strutture più adatte in tutta Europa. È docente di Programmazione e Controllo e di Digital Communication Management presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. L’esperienza nella didattica ha portato a creare Enjoy Your Learning, un’associazione no profit nata con lo scopo di sperimentare innovazioni didattiche sostenibili. Partecipa ad altre associazioni no-profit di prestigio, come l’International Advertising Association di cui è vicepresidente. Insegna in master universitari ed è autore di diverse pubblicazioni su tematiche manageriali.

Visual_storytelling_fundamentals_checklist
Digital_mindset_CTA