<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=325701011202038&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

7' di lettura

La tecnologia ha avuto un impatto profondo sulle nostre vite. Nel corso degli anni ha modificato anche le competenze che i datori di lavoro si aspettano dai dipendenti. Il passaggio da un’economia prettamente industriale alla “società dell’informazione” significa che molti posti di lavoro pongono ora l'accento su aspetti come Digital Team Working, Smart Collaboration e Problem Solving.

Storicamente, le competenze tecniche (note anche come hard skill) erano le uniche caratteristiche necessarie per l'occupazione professionale, ma le richieste di lavoro di oggi dimostrano che tali hard skill non sono più sufficienti.

Poiché le competenze trasversali sono fondamentali non solo per trovare lavoro, ma anche per svolgerlo al meglio, i leader d’impresa ne stanno enfatizzando lo sviluppo. Secondo un’indagine condotta nel settore ICT dall’Osservatorio sulle Competenze Digitali, emerge che le soft skill sono necessarie più delle competenze legate ai processi e alle tecnologie. In particolare, i bisogni formativi più urgenti riguardano lo sviluppo delle capacità comunicative e il team management.

Quali sono, quindi, le competenze digitali che i dipendenti devono sviluppare per poter lavorare bene in contesti caratterizzati da digitalizzazione diffusa? Quali competenze possono aiutarli a mantenere la propria competitività a livello personale, professionale e aziendale, durante la Digital Transformation?

Le abbiamo raccolte in pratiche schede riassuntive. Se vuoi saperne di più su queste e altre competenze trasversali, puoi visitare il nostro blog alla sezione “Digital Soft Skill”.

In questo articolo parleremo di: 

Digital soft skill di base
  1. Digital Mindset
  2. Digital Literacy
  3. Digital Privacy
  4. Knowledge Networking
Digital soft skill per la collaborazione
  1. Virtual Communication
  2. Digital Team Working
  3. Digital Problem Solving e Creativity
Digital soft skill per la comunicazione e la vendita
  1. Digital Listening
  2. Digital Influence
  3. Digital Selling

 

SCARICA L'INFOGRAFICA

Le digital soft skill di base

Le digital soft skill di base sono fondamentali per il professionista che vuole mantenere la propria competitività a livello personale, professionale e aziendale. Quali sono? Digital Mindset, Digital Literacy, Digital Privacy e Knowledge Networking. Scopriamole insieme.

1. Digital Mindset

La trasformazione guidata dal digitale è una vera e propria metamorfosi culturale, tecnologica, creativa e manageriale. È un cambiamento continuo e di rottura che rimette in gioco qualsiasi logica pre-esistente, azzera le distanze spazio-temporali e impone un continuo riallineamento con nuovi punti di riferimento sempre meno duraturi e sempre più mutevoli.

Per restare aggiornati ed essere competitivi nel mercato del lavoro, quindi, è necessario sviluppare un Digital Mindset: la capacità relativa all’apertura al cambiamento, perché la trasformazione digitale è prima di tutto espressione di un’evoluzione sociale e culturale.

Set mentale fatto di conoscenze ed esperienze che derivano dal vivere in una società digitalizzata.

 

Perché è importante? Il digitale si distingue per frenetici ritmi di accelerazione del cambiamento e quindi le persone devono sviluppare un’amplificata capacità di aprirsi a tale cambiamento. L’orizzonte temporale per il consolidamento di paradigmi e di convenzioni si accorcia, i comportamenti delle persone si evolvono rapidamente e il rischio “obsolescenza” è sempre più dietro l’angolo.

Lo sviluppo di un digital mindset permette di affrontare il cambiamento con un approccio proattivo.

 

Orientamento a ricercare o ad accettare soluzioni originali ed efficaci, con lo scopo di cogliere opportunità o di raggiungere gli obiettivi prefissati, individualmente o in gruppo.

 

 

digital-soft-skill-lavoro-futuro.001

 

2. Digital Literacy

La trasformazione digitale richiede di sviluppare una consapevolezza riguardante i nuovi ambienti per la ricerca del sapere, delle modalità con cui effettuare la raccolta e l’elaborazione delle informazioni, sapendo che una delle sfide più importanti da affrontare è l’affinamento del pensiero critico rispetto alla molteplicità di fonti disponibili.

La Commissione Europea ha scomposto questa capacità in 3 sotto punti:

• Saper navigare, ricercare e filtrare dati, informazioni e contenuti digitali;

• Saper valutare dati, informazioni e contenuti digitali;

• Saper gestire dati, informazioni e contenuti digitali.

 

La Digital Literacy è la capacità di utilizzare le tecnologie dell'informazione e internet per accedere, integrare, gestire e valutare tutte le informazioni tramite svariati dispositivi tecnologici.

 

Perché è importante? Sviluppando questa capacità trasversale si è in grado di muoversi consapevolmente all’interno del mondo online nel momento in cui si accede per ricercare delle informazioni.

La Digital Literacy rappresenta la competenza di base per diventare “buoni cittadini del web”, in quanto richiede affinamento del pensiero critico rispetto alla molteplicità di fonti disponibili che si trovano online. 

 

3. Digital Privacy 

Per utilizzare in sicurezza gli strumenti digitali, soprattutto quelli online, è necessario sviluppare la capacità di proteggere la confidenzialità dei dati in base agli strumenti e ai contesti di riferimento, garantendo il corretto utilizzo della tecnologia.

Per proteggere i dati non è necessario alzare delle barriere, ma fare un uso corretto degli strumenti a propria disposizione.

 

La Digital Privacy è la capacità di proteggere la confidenzialità dei dati e delle informazioni in base agli strumenti e ai contesti di riferimento.

 

Perché è importante? Per una questione di riservatezza all’interno del mondo digitale. Conoscere le minacce più diffuse online, sapere in che modo i nostri dati vengono utilizzati, rendersi conto che ciò che condividiamo online in determinate modalità è letteralmente di dominio pubblico ci può aiutare a vivere con più serenità la nostra vita digitale, mantenendo anche un sano equilibrio tra online e offline per raggiungere una condizione di digital wellbeing.

 

4. Knowledge Networking

La condivisione del sapere è uno degli elementi cardine di Internet e della Digital Transformation. Al centro della condivisione c'è il cloud, che oltre ad essere un’importante servizio digitale, rappresenta anche un’opportunità per condividere in maniera più semplice e diretta informazioni e materiali, ossia un sistema di conoscenze.

 

Il Knowledge Networking è la capacità di identificare, recuperare, organizzare, capitalizzare e condividere il patrimonio di informazioni all’interno di reti e comunità virtuali. 

 

Perché è importante? Questa digital soft skill rappresenta conoscenze condivise o correlate, che si vengono a creare attraverso la condivisione e l'interazione con altri membri. Saper organizzare le proprie informazioni, identificare i benefici e avere un atteggiamento proattivo e consapevole, all’interno del mondo virtuale e online, nella ricerca della conoscenza.

 

Scopri le digital soft skill di base per il lavoro del futuro!
Clicca qui per scaricare l'approfondimento gratuito.

 

digital-soft-skill-lavoro-futuro.002

Le digital soft skill per la collaborazione

In un contesto come quello odierno caratterizzato dall'assenza di prossimità a causa dell'emergenza sanitaria legata alla diffusione del Coronavirus, è ancora più importante sviluppare le digital soft skill per la collaborazione. Come abbiamo visto nell'articolo Smart working e smart collaboration: da sfida a opportunità, aiutare i propri collaboratori a sviluppare queste competenze rappresenta un fattore critico di successo in grado di supportare l'azienda in questo momento delicato. Quali sono, dunque, le digital soft skill per la collaborazione? Vediamole insieme.  

 

1. VirtualCommunication 

L’avvento del digitale ha modificato profondamente le dinamiche comunicative delle persone. La rivoluzione digital mette a disposizione delle persone una molteplicità di nuovi strumenti in grado di amplificarne le potenzialità.

Gli strumenti di comunicazione digitale ne sono un esempio. Per riuscire a trarne i maggiori benefici è necessario sapersi muovere con agilità all’interno di questi ambienti virtuali.

 

La Virtual communication rappresenta la confidenza nel gestire relazioni e comunicazioni sui canali digitali dove le distanze spazio-tempo si annullano, sia in modalità one-to-one che one-to-many.

 

Perché è importante? Perché al giorno d’oggi è impossibile non comunicare. È cambiato, però, il contesto nel quale avvengono le comunicazioni, che è sempre più digitale.

Una skill come la Virtual Communication prevede, per chi la possiede, l’utilizzo di una gamma di media digitali contemporanei per comunicare con gli altri, ad esempio: l’utilizzo di videoconferenze online o di applicazioni di messaggistica diretta e la selezione delle modalità di comunicazione digitali più adatte a seconda della specifica necessità.

 

Fare smart working al tempo del coronavirus: scopri quali sono le applicazioni utili per organizzarsi al meglio.

Smart Working: chiedici più informazioni!

 

2. Digital Team Working

Il digitale sta modificando profondamente anche il nostro modo di lavorare in gruppo verso obiettivi definiti. Oggi alcuni di noi non sono più ancorati a un luogo fisso per poter svolgere il proprio lavoro, o una parte di esso.

Gli strumenti digitali facilitano la pratica dello smart working, modificando alla base la cultura del lavoro. Per sfruttare al meglio le opportunità offerte dalla cloud revolution è anche necessario sviluppare la capacità relativa al lavorare in team con strumenti digitali.

 

Digital Team Working è la capacità di lavorare in modo produttivo, di stimolare l'engagement tra colleghi e di prendere

parte attiva a un team anche da remoto.

 

Perché è importante? Perché la possibilità di lavorare in gruppo in ambienti digitali e/o attraverso l’utilizzo di strumenti digitali ha un impatto sia sull’organizzazione del lavoro, sia sulla produttività che da individuale diventa collettiva, così come anche sui sistemi di comunicazione e sui sistemi di accesso alle risorse.

Significa essere in grado di utilizzare gli opportuni strumenti digitali che agevolano e rendono possibile la collaborazione a distanza e di farlo nel modo più appropriato per raggiungere gli obiettivi prefissati.

 

team working

 

3. Digital Problem Solving e Creativity

Gli strumenti che il digitale ci mette a disposizione possono essere impiegati anche per amplificare le capacità legate al Digital Problem Solving e alla creatività.

 

Il Digital Problem Solving è la capacità di risolvere problemi più o meno complessi attraverso l'utilizzo di strumenti e soluzioni digitali.  

 

Perché è importante? Oggi essere dei problem solver digitali significa saper sfruttare appieno le opportunità che il digitale offre. Questo richiede impegno, ma anche creatività, apertura mentale ed elasticità, oltre che all'abilità di saper contaminare insieme elementi diversi. 

 

La Digital Creativity è la capacità di creare e modificare nuovi contenuti digitali, integrando ed elaborando anche conoscenze pregresse. 

 

Perché è importante? Con la nascita del web, abbiamo visto un'esplosione di nuovi modi di creare, diffondere e sperimentare contenuti, conoscenze e tecnologie. Lo sviluppo di questa digital soft skill permette di affrontare il cambiamento e le problematiche in modo più coinvolgente e proattivo, stimolando l'immaginazione, la curiosità ed enfatizzando le capacità legate alla risoluzione dei problemi.

 

Scopri digital soft skill per la collaborazione necessarie per affrontare il lavoro del futuro! Clicca qui per scaricare l'approfondimento gratuito.

 

digital-soft-skill-lavoro-futuro.003

 

Le digital soft skill per la comunicazione e la vendita

Come è cambiato il nostro modo di comunicare e vendere in contesti sempre più caratterizzati da digitalizzazione diffusa? Molto, eppure sono tante le imprese italiane che ancora non hanno compreso la portata innovativa di queste tecnologie e il loro impatto sul business e il conseguimento degli obiettivi.

Quali sono, dunque, le digital soft skill per la comunicazione e la vendita

 

1. Digital Listening

I canali digitali permettono ai professionisti della comunicazione e del marketing (ma non solo), di entrare in contatto con il proprio target e di conoscerne le opinioni e gli umori tramite la pratica dell’ascolto delle conversazioni online. Questa possibilità richiede lo sviluppo del Digital Listening. 

 

Attività sistematica e pianificata di ascolto del passaparola online, che permette di comprendere e misurare quando, quanto e come gli utenti parlano di un dato argomento.

 

Perché è importante? Perché chi padroneggia questa skill è in grado, da un lato, di utilizzare il web come un ambiente all’interno del quale, oltre a comunicare, è possibile ascoltare ciò che gli altri dicono, e dall’altro lato ha la capacità di analizzare cioè che si è “ascoltato” online e ricavarne delle informazioni utili per la propria attività professionale.

 

2. Digital Influence

Sviluppare la cosiddetta Digital Influence richiede un requisito fondamentale, cioè quello di possedere una digital presence o presenza digitale: del resto, non si può pensare di poter esercitare un’influenza su un canale se questo non è presidiato in maniera appropriata, o se non lo è affatto.

 

Digital Influence è la capacità di influenzare il pensiero e il comportamento altrui attraverso l'utilizzo dei canali digitali.

 

Perché è importante? Perché facendo un uso corretto e sicuro degli strumenti digitali è possibile costruire un forte personal branding sui canali digitali, sviluppando così la capacità di influenzare il pensiero e il comportamento altrui nell’ambito in cui ci si pone come interlocutori.

Indispensabile per chi vuole sfruttare i canali digitali come luogo per farsi conoscere e far conoscere il proprio lavoro.

 

3. Digital Selling

Nel contesto odierno, sempre di più le persone effettuano acquisti online. È per questo fondamentale sapersi dotare di una strategia digitale, che presenti e allo stesso tempo venda prodotti con i nuovi canali digitali online.

 

Il Digital Selling è la capacità di sfruttare le reti sociali come proficui canali di vendita.

 

Perché è importante? Con la Digital Transformation le dinamiche di digital e social selling stanno rapidamente diventando la norma per molti consumatori in tutto il mondo. La relazione tra azienda e cliente sta cambiando e per questo è importante avere famigliarità con le dinamiche digitali, saper strutturare strategie e piani editoriali efficaci per la vendita e conoscere il proprio pubblico, al fine di dare valore alla propria offerta.

 

Scopri le digital soft skill per la comunicazione e la vendita necessarie per affrontare il lavoro del futuro! Clicca qui per scaricare l'approfondimento gratuito.

 

Ora sai quali sono le principali Digital Soft Skill da conoscere per mantenere la competitività a livello personale, professionale e aziendale. Vuoi saperne di più?

Clicca qui sotto e scopri il modello di Smart Education di Digital Dictionary, per sviluppare le Digital Soft Skill dei tuoi collaboratori attraverso percorsi di apprendimento efficaci!

 

New call-to-action

Redazione
Autore

Redazione

area-download-approfondimenti-gratuiti
smart-working-strumenti-utili