<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=325701011202038&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Anche il mese di giugno è ormai giunto al termine. Un mese decisamente movimentato tra riaperture post lockdown, proteste a sfondo sociale e Pride Month. Nonostante gli innumerevoli tagli al budget che inevitabilmente hanno caratterizzato questo periodo, sono ancora molti i brand che hanno scelto di dare sfogo a tutta la loro creatività per sostenere le cause a cui sono più legati. 

In questo nuovo appuntamento con la nostra rubrica mensile Best ADV, vedremo come si sono comportati alcuni dei nostri brand preferiti. 

Ecco le campagne creative che abbiamo selezionato questo mese: 

  1. New York invita i propri cittadini a indossare le mascherine con la campagna WEAR A MASK NY
  2. Keep it real online - La Nuova Zelanda mette al centro la sicurezza dei bambini
  3. Missing this meal - World Food Programme
  4. When you drive, never drink - Heineken
  5. Don't do it - Nike 
  6. Pride Month 2020 - le campagne più colorate dell'anno

 

Non perderti i prossimi articoli del nostro blog: iscriviti alla newsletter di Digital Dictionary e scegli quando ricevere le email tra daily, weekly e monthly. Promesso, no spam! Solo approfondimenti utili dal mondo digitale per aiutarti a mantenerti sempre aggiornato. 

 

iscrizione-newsletter-aggiornamenti

 

1. New York invita i propri cittadini ad indossare le mascherine con la campagna WEAR A MASK NY

Se da un lato alcuni Paesi iniziano a vedere la curva del contagio abbassarsi sempre di più, sono ancora molti i Paesi che invece stanno assistendo ad un trend totalmente opposto, come gli Stati Uniti. 

Come ricordare ai propri cittadini il ruolo fondamentale dei dispositivi di protezione individuale nella lotta alla diffusione del virus? L'agenzia Chimney Group ha pensato ad un modo creativo e divertente. 

Il protagonista di questa campagna è Jason, celebre protagonista del film "Venerdì 13". È proprio lui ad invitare gli abitanti di New York ad indossare la mascherina per proteggere se stessi e gli altri da Covid-19, soprattutto i più giovani.

Il payoff della campagna "Indossare la mascherina ha un che di inquietante, non metterla può essere letale". Un tono di voce scelto per la campagna pubblicitaria amichevole e leggero, che non punta mai il dito contro le persone, bensì strappa un sorriso e invita alla riflessione. Cos'altro aggiungere?

👇 Ecco il video della campagna. 

 

2. Keep it real online - La Nuova Zelanda mette al centro la sicurezza dei bambini

Andiamo avanti con il nostro viaggio alla scoperta delle migliori creatività del mese. Dagli Stati Uniti alla Nuova Zelanda per scoprire la campagna Keep it real online, nata con lo scopo di educare i genitori al fine di alzare il loro livello di attenzione su quello che fanno i loro figli online

Anche in questo caso la campagna non intende puntare il dito contro i genitori, bensì strappare un sorriso e invitare ad una profonda riflessione sui pericoli del web. Si tratta infatti di una serie di spot, realizzati dall'agenzia Motion Sickness, che immaginano l'incontro tra i minorenni e i personaggi conosciuti online, davanti alla porta di casa: bulli, pornostar e persone che fingono di essere qualcun altro. 

Un ottimo esempi di comunicazione istituzionale ben realizzata.
Vediamo qualche esempio di questa campagna 💭

La pornografia

 

Il bullismo

 

Gli sconosciuti online

 

I contenuti inappropriati

 

3. Missing this meal - World Food Programme

Torniamo al mondo reale. Lo spot di cui vogliamo parlare ora pone l'accento sulle ricette in stop motion, che si possono trovare facilmente online e in modo particolare sui social network. 

Bene, la campagna pubblicitaria lanciata dal World Food Programme invita ad acquisire maggiore consapevolezza di quanto la situazione dovuta a Covid-19 stia mettendo a rischio e danneggiando la salute di moltissime persone che non hanno i soldi necessari per poter mangiare. Secondo l'ONU, infatti, nel 2020 il numero di persone che patirà la fame sarà il doppio rispetto a quello registrato negli anni passati.

La campagna riprende quindi il tono dei video in stop motion accompagnati dall'hashtag #MissingThisMeal: l'invito è quello di condividere foto di grandi abbuffate taggando le persone coinvolte e utilizzando l'hashtag della campagna per dare maggiore notorietà all'iniziativa.

Ecco il video. 

 

 

4. When you drive, never drink - Heineken 

Il nuovo spot di Heineken ha come protagonisti un padre e un figlio, Keke e Nico Rosberg, che promuovono il consumo responsabile di alcool e la nuova birra alcool free del noto brand. 

La pubblicità gioca sulla rivalità tra padre e figlio, tipica del mondo dello sport con i due ex piloti che si misurano in attività che si concludono quasi sempre nello stesso modo: Nico sempre sul punto di vincere, ma puntualmente battuto "all'ultimo sorpasso" dal padre. 

Il messaggio della campagna, firmata da Publicis Italy, è chiaro: quando guidi, non devi mai bere. Ecco lo spot che sicuramente avrai già visto in televisione.

 

 

5. Don't do it - Nike

Come anticipato all'inizio di questo articolo, nel mese di giugno non si è parlato solo di ripartenza, ma anche di rivolte sociali che, ancora oggi, stanno mettendo in difficoltà molti Stati, soprattutto negli Stati Uniti. 

Nike ha deciso di cambiare il proprio claim in Don't do it come segno di protesta contro il razzismo, a tutti i livelli. Una presa di posizione forte, a seguito dell'assassinio di George Floyd, da parte di un poliziotto. 

Il messaggio è il seguente: non fare finta che il razzismo non esista e non sia un problema, anche dove a volte non si manifesta in modo così evidente. La Nike è stata indubbiamente uno dei primi brand ad esporsi in merito alla questione.

Vediamo insieme la campagna. 

 

 

6. Pride Month 2020 - Le campagne più colorate dell'anno 

Tra post lockdown e rivolte sociali, molti brand hanno deciso di utilizzare la propria creatività per supportare il mese del Pride, dedicato ai diritti della comunità LGBTQ+

Un Pride Month 2020 caratterizzato dal distanziamento sociale e dalla prevenzione del contagio che ha impedito l'organizzazione di eventi e parate e che, di conseguenza, ha portato i brand a individuare nuove forme di creatività e coinvolgimento a supporto della lotta per i diritti della comunità LGBTQIA+. 

Vediamo insieme alcune delle migliori creatività. 

1. Levi's - Use your voice

Una campagna, quella del brand di denim americano, per supportare tutti coloro che hanno fatto sentire la propria voce a favore di un cambiamento nel mondo. L'obiettivo? Incoraggiare le persone a non tirarsi indietro, a non nascondersi mai ed esprimere quello che provano. 

Ecco il video ufficiale 🎬

 

 

 

 

2. IKEA - #CasaPuoiEssereTu

Forte della campagna lanciata il 17 maggio in occasione della Giornata Internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia, IKEA ha promosso la sua nuova borsa, o meglio, come dice lo stesso brand, una vera e propria bandiera da portare con sé a supporto dei diritti della comunità LGBTQ+

 

Qui sotto il video della campagna da cui è nato l'hashtag #CasaPuoiEssereTu 

 

 

3. Starbucks - What's your name

Diversa dalle precedenti campagne, quest'anno Starbucks ha deciso di giocare su uno degli aspetti che lo ha reso celebre nel mondo: la richiesta del nome al momento dell'ordine. Come? Con un video che ci invita a riflettere su quanto sia importante questo aspetto nell'affermazione di se stessi. 

Un modo sicuramente originale e delicato per celebrare l'accettazione di sé e la diversità senza alcun pregiudizio. Ecco il video della campagna. 

 

 

 

Cosa ne pensi di questi contenuti? Ci vediamo il prossimo mese per un nuovo appuntamento con le Best ADV di Digital Dictionary! Se non vuoi perderti i prossimi contenuti, clicca sul bottone qui sotto per iscriverti alla nostra newsletter: scegli tu quando ricevere le news tra daily, weekly e monthly!

Promesso, niente spam! Solo contenuti utili per aiutarti a mantenerti aggiornamento con il mondo del digitale e della comunicazione!

 

iscrizione-newsletter-aggiornamenti

 

Redazione
Autore

Redazione

area-download-approfondimenti-gratuiti
smart-working-strumenti-utili