<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=325701011202038&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Per decenni la TV ha scandito le nostre giornate con appuntamenti fissi: il telegiornale della sera, i cartoni animati del pomeriggio, il grande film in esclusiva o ancora gli attesissimi talent e talk show. Un grande appuntamento fisso per gli amanti del cinema è la notte degli Oscar (anche noi di Digital Dictionary abbiamo incoronato i nostri personalissimi vincitori nei DD awards, gli Oscar del digitale); noi del team di Digital Trends abbiamo seguito con attenzione l'evento, che ci ha fatto riflettere su come il digitale abbia cambiato il nostro modo di fruire i film, le serie tv e i contenuti video in generale.

Come vi abbiamo raccontato nei Top Trend Digitali 2018, il video è un trend sempre sulla cresta dell'onda, che accompagna gli utenti in moltissimi momenti della giornata, e l'intrattenimento è sicuramente uno dei campi in cui il video è re indiscusso. 

Con l’avvento del digitale anche le nostre certezze in materia di fruizione di contenuti video un tempo riservati solo alla TV si sono lentamente dissolte senza quasi rendercene conto. La televisione è davvero a un passo dall’estinzione?

netflix

La conferma che la fruizione di contenuti audiovisivi avvenga in modo non lineare arriva direttamente dai risultati con cui Netflix ha chiuso il 2017.  La piattaforma dedicata allo streaming di film e serie tv ha infatti tagliato un nuovo e importante traguardo, raggiungendo una capitalizzazione di Borsa di oltre 100 miliardi di dollari. Nonostante il ritocco dei prezzi, Netflix continua la sua corsa che sembra essere inarrestabile: nell’ultimo trimestre del 2017 i nuovi abbonati sono stati infatti 6,36 milioni.

Ma quali sono, oltre a Netflix, le altre piattaforme di streaming più e meno note? Ecco la nostra panoramica!

 

1. Amazon Prime Video

Amazon Prime Video

Se pensavate che il fondatore di Amazon restasse fuori dai giochi, vi siete sbagliati. Il lancio della piattaforma di video-streaming Amazon Prime Video è avvenuto in contemporanea nel dicembre 2016 in ben 200 Paesi. La concorrenza con Netflix è forte, soprattutto per la produzione di contenuti originali. Sul mercato italiano lo streaming firmato Jeff Bezos è incluso nell’offerta Amazon Prime, a cui la maggior parte degli utenti è abbonata per le consegne degli ordini gratuite e illimitate. Sulla piattaforma, che non è delle più intuitive, troviamo:

  • Serie tv e serie tv originali Amazon Prime Video;
  • Una selezione (limitata) di film;
  • Anime;
  • Contenuti in 4K;
  • Documentari.

 

2. Now TV

NowTV

Now TV è il servizio che permette di accedere all’offerta di Sky in live streaming e on-demand da qualsiasi dispositivo. È disponibile una prova gratuita di 14 giorni per i pacchetti Cinema, Serie TV e Intrattenimento senza alcun vincolo di rinnovo. La vera peculiarità dell’offerta di Now TV sono i pacchetti tematici denominati “Ticket”, acquistabili singolarmente o in gruppo. La selezione di contenuti presenti è buona, soprattutto per la sezione dedicata ai programmi TV di intrattenimento, tra i quali troviamo anche Masterchef e X Factor.

 

3. Infinity TV

InifinityTV

Infinity TV è la piattaforma streaming del gruppo Mediaset lanciata nel 2013. Nei 30 giorni di prova gratuita è possibile accedere all’offerta completa, con un catalogo che conta più di 2.500 film e 2.700 episodi di serie TV. Cosa rende unica questa offerta? A poco meno di 8 euro al mese rende disponibile lo streaming in HD da tutti i dispositivi e in 4K da TV. Infine, aggiungendo pochi euro al proprio abbonamento è possibile accedere all’opzione “noleggio” per avere disponibili per un certo periodo di tempi i film più recenti.

 

4. Chili TV

ChiliTV

Chili TV è una piattaforma italiana nata nel 2012 che offre la possibilità di vedere film e serie TV in streaming, senza sottoscrivere alcun abbonamento mensile. Il catalogo di film è ampio e in continuo aggiornamento: dopo poco più di 3 mesi dall’uscita al cinema i nuovi film sono disponibili per lo streaming e per l’acquisto. Esatto, avete letto bene, acquisto: Chili TV offre infatti la possibilità di acquistare film a partire da 3,99 euro e con un sovrapprezzo di qualche euro c’è anche la possibilità di averlo in HD o full HD. Quindi se siete amanti dei film e non volete vincolarvi con abbonamenti, questa potrebbe essere la soluzione che fa al caso vostro!

  

5. Vvvvid

Vvvvid

Amate gli anime ma non sapete dove vederli in streaming? Vvvvid è la piattaforma che raccoglie una vasta libreria di titoli di animazione giapponese, a cui si aggiungono anche film e serie TV, produzioni indipendenti e meno note. Il servizio è completamente gratuito e il “prezzo” da pagare è decisamente basso: la riproduzione di ogni contenuto è preceduta da una breve pubblicità, che consente alla piattaforma di auto-sostenersi e pagare le royalty. L’offerta è ampia, infatti stando a quanto dichiarato sul sito la libreria comprende 200 mila video in alta qualità, con circa 300 nuovi inserimenti al giorno. I contenuti sono organizzati in 12 canali tematici, tra cui:

  • Animazione;
  • Curiosità;
  • Innovazione;
  • Lifestyle;
  • Notizie;
  • Spettacolo;
  • Sport.

Ultimo ma non meno importante: la piattaforma è completamente legale e approvata dalla Siae.

 

6. MyMoviesLive

MyMovies_Live

 

MyMoviesLive è la piattaforma dedicata esclusivamente a film, disponibili in streaming e on-demand grazie a un abbonamento settimanale, mensile, trimestrale o annuale. L’elemento distintivo di questo servizio streaming è la possibilità di accedere ad eventi live in una sala cinematografica virtuale. Sarà come essere al cinema: scegliete il film in programma, prenotate il vostro posto e collegatevi all’orario indicato!

 

Siete appassionati di documentari, volete sempre imparare qualcosa di nuovo o semplicemente godervi un film d’autore? Tranquilli, abbiamo ciò che fa per voi!

 

7. Mubi

Mubi

Se appartenete alla categoria dei cinefili e vi sentite esclusi dalle piattaforme streaming più diffuse, Mubi è ciò che fa al caso vostro! Si tratta di una piattaforma rivolta agli amanti del cinema d’autore, ricercato e anche sperimentale. Il suo funzionamento è per alcuni aspetti simile a Netflix, infatti a fronte di un canone mensile di circa 9 euro si avrà l’accesso ad una selezione estremamente curata di film. Il numero magico del catalogo di Mubi è il 30:

  • la sua libreria è a tempo, ogni film “scade” e viene rimosso dopo 30 giorni dal suo inserimento;
  • nella libreria sono presenti 30 film e ogni giorno ne viene caricato uno nuovo che sostituisce il più vecchio.

È quindi evidente che il punto di forza del servizio sia la ricercatezza delle pellicole in catalogo e la qualità della visione, che non va sottovalutata visto e considerato che parliamo anche di film e corti d’epoca! E se siete ancora scettici, avete sempre la possibilità di una prova gratuita di 7 giorni.

 

8. GuideDoc

GuideDoc

GuideDoc è perfetta per voi se amate i documentari di qualità provenienti da ogni parte del mondo. La mission con cui nasce la piattaforma è chiara:

"Every year the filmmakers from this planet produce a lot of precious cinematographic jewels, amazing documentaries with great stories that will never reach their final audience. The reason for this is that in the documentary world there's a major distribution problem. And this is exactly what GuideDoc is trying to solve."

La selezione dei contenuti è curata da un team di esperti curatori, che inseriscono a catalogo le produzioni di registi professionisti e quelle premiate ai festival.

Non è presente l’opzione del periodo di prova, ma è possibile iscriversi anche solo per una settimana al costo di circa 3 euro, dopodiché, se vi sarete appassionati, potete sottoscrivere un abbonamento mensile o annuale.

 

9. Eduflix

Eduflix-1

Complice la figura di Alberto Angela, sembra che gli italiani si stiano lentamente riavvicinando ai programmi di divulgazione culturale. Eduflix nasce esattamente per diffondere esclusivamente contenuti culturali raccontati attraverso la voce di volti noti e legati al mondo della scienza e della cultura, come ad esempio l’ex direttore degli Uffizi, Antonio Natali. L’interfaccia utente è chiaramente ispirata a quella di Netflix e la navigazione risulta quindi molto chiara: è suddivisa per sezioni orizzontali che spaziano dalla filosofia, all’architettura, passando per l’economia, la storia e la letteratura…avete una settimana per appassionarvi gratuitamente ai suoi contenuti, dopodiché è disponibile un abbonamento mensile o annuale.

Le possibilità di accesso e le offerte sono molteplici e possono soddisfare i gusti e le esigenze di pubblici molto diversi. La TV sembra avere davvero perso una delle sue funzioni, ossia quella di intrattenere: adesso le nostre serie e programmi TV preferiti, così come i nostri film, ci accompagnano ogni giorno, dovunque e in ogni luogo. Non ci resta altro che scegliere la piattaforma su cui guardarli! 

Se volete continuare a rimanere al passo con la continua evoluzione e rivoluzione portata dal web e dal digitale, noi di Digital Dictionary abbiamo creato dei servizi di aggiornamento professionale specifici su questi temi! 

Clicca qui sotto per saperne di più sui Trend Digitali 2018 e per scoprire come il nostro team può portarli nella tua azienda!

New call-to-action

 

Alice Alimberti
Autore

Alice Alimberti

Nata a Bergamo nel 1994, in Digital Dictionary si occupa di Digital Marketing. Pendolare di professione, ha fatto dell’ordine e della precisione il suo mantra. Nel tempo libero ama passeggiare tra le montagne e preparare dolci a volontà.

New Call-to-action
New call-to-action