5' di lettura

Nelle pagine del quarto numero di Tentacle Magazine abbiamo raccontato quali sono i maggiori cambiamenti che stanno interessando il mondo della formazione, quali le principali sfide introdotte dalla digital transformation e quali azioni intraprendere per garantire al proprio team e alla propria impresa di prosperare. 

Sono numerose le ricerche che affermano quanto sia importante oggi prestare attenzione alle aspettative dei dipendenti e offrire una migliore esperienza sul luogo di lavoro: le aziende prosperano perché hanno una forza lavoro competitiva, non sempre perché offrono un prodotto o servizio migliore della concorrenza.  .


TM4_Articoli.011

 

Le opportunità di apprendimento e sviluppo offerte dall'impresa sono uno dei punti chiave da affrontare.

 

Il mondo è cambiato, e per passare con successo a un modello di lavoro al passo con i tempi si richiede una rinnovata enfasi sul miglioramento delle competenze dei collaboratori, e anche su attributi della leadership come l'autenticità, l'intelligenza emotiva, l'apertura al cambiamento e la capacità di creare una cultura aziendale di fiducia, in cui i dipendenti si sentano responsabilizzati.

Secondo le ricerche di McKinsey, entro i prossimi cinque anni fino al 50% dei dipendenti a livello globale avrà bisogno di riqualificarsi, di rivedere le proprie competenze per svolgere efficacemente la propria attività. È evidente, perciò, che per fare in modo che la propria impresa prosperi, mantenendo e attraendo le persone giuste, che possiedono le giuste capacità al momento giusto, è necessaria una strategia di gestione dei talenti.

Redeployment, reskilling e upskilling (ridistribuzione, riqualificazione e miglioramento delle competenze) sono più che tre semplici concetti legati alla formazione: fanno parte della tutela del benessere dei dipendenti, sono una misura preventiva per evitare il burnout, che è alla base del fenomeno delle “Grandi Dimissioni”.

 

employer branding



Oggi non si cerca più un mero datore di lavoro, ma uno scopo nella propria vita.

 

La formazione è il fulcro centrale che regge il talent management: i programmi di formazione devono essere aggiornati per garantire che dipendenti (e dirigenti) siano dotati delle competenze necessarie per un mondo ibrido e possano sentirsi realizzati all’interno del proprio perimetro lavorativo. 

Come dovrà essere, quindi, la formazione del futuro? Dovrà essere una formazione al Futuro, una formazione che abbia la capacità di guardare avanti, intravedere i canoni di domani e utilizzare quegli insight per dare maggior competitività ai collaboratori - e cioè all’impresa stessa. 

Forse è anche questa la sfuggente proprietà che rende la nostra specie un unicum nella storia dell’universo: declinare le soft skill oggi perché il domani sia un po’ meno “hard”

 




🐙 Scopri Tentacle Magazine, il progetto editoriale di Digital Dictionary ideato per favorire riflessioni strutturate su come affrontare le sfide imposte dalla trasformazione digitale. Clicca il bottone qui sotto per ricevere il quarto numero, interamente dedicato al tema della formazione aziendale. 


LEGGI L'ESTRATTO

 

Francesca Fantini
Autore

Francesca Fantini

Nata da un felice connubio tra Italia del nord e del sud, possiede il gene prepotente della curiosità. Copywriter di professione, storyteller per vocazione, vegetariana per scelta, nel tempo libero fa esperimenti ai fornelli e acquista più libri di quanti potrà mai leggerne.

New call-to-action
tentacle magazine