4' di lettura

Lo abbiamo descritto come il Facebook per le aziende e in effetti, disponibile tramite browser o come applicazione mobile, Yammer enterprise conserva le caratteristiche comuni ai social network. Facebook, Instagram, Twitter: quanti di noi scorrono ogni giorno feed di notizie che ci tengono incollati agli schermi per curiosare e mantenerci sempre aggiornati?

E se quel feed su cui siamo abituati a trascorrere diverse ore al giorno fosse creato ad hoc per condividere post con colleghi e aree diverse della nostra organizzazione? E ancora, se su quel feed fossimo noi stessi a postare domande e commenti per un rapido feedback? Yammer enterprise è qui per questo!

Se vuoi approfondire cos’è e quali sono i vantaggi per le imprese, leggi il nostro articolo “Yammer: il social di Microsoft per le imprese”. La domanda, adesso, diventa: come usarlo al meglio?

 

competenze digitali formazione

 

3 consigli utili per cominciare a usare Yammer:

 

  1. Creazione di gruppi - il flusso delle comunicazioni può essere ottimizzato individuando dei criteri di distribuzione e distinguendo i collaboratori della propria impresa in gruppi e sottogruppi specifici così da permettere loro di seguire argomenti di maggiore rilevanza;

  2. Comunicazione in tempo reale - non solo messaggistica istantanea grazie alla presenza di una chat, ma anche post, foto, video, indagini e sondaggi realizzando così dinamiche di:
    o Comunicazione top-down: l’organizzazione può utilizzare Yammer per fornire notizie e annunci, condividere politiche e procedure, rilevare insight e raccogliere feedback parlando direttamente ai propri dipendenti;
    o Comunicazione bottom-up: i dipendenti possono ottenere risposte alle domande interrogando i gruppi Yammer senza dover necessariamente individuare una persona al suo interno a cui chiedere;

  3. Integrazione con Microsoft 365: l’accesso a Yammer può avvenire anche da Microsoft Teams e da una serie di altre applicazioni in cui i dipendenti hanno bisogno di trovarlo e utilizzarlo evitando, in questo modo, la dispersione delle informazioni.

_DD_immagini_interne_articolo.001-4

 

Simile, ma non troppo, a Facebook Workplace: i due condividono la natura di social enterprise e in alcune delle loro funzionalità sembrerebbero anche richiamarsi. Ti interessa approfondire quali? Leggi il nostro articolo “Facebook Workplace: cos’è e perché è utile per le imprese”.

Questo però è solo l’inizio per muovere i primi passi all’interno di un ambiente in cui sentirsi realmente a casa. E la metafora non è casuale! Infatti, per varcare la porta è in ogni caso necessario disporre di un account Yammer di Microsoft registrandosi attraverso l’indirizzo e-mail aziendale. Una volta fatto l’accesso, il gioco è fatto e utilizzare Yammer sarà semplicissimo e molto intuitivo.

Il primo passo da compiere sarà crearsi un profilo con le informazioni di background per essere riconoscibili ed entrare in relazione con i colleghi. Un gioco di squadra che può essere formalizzato inaugurando spazi ristretti di condivisione, quali i gruppi – pubblici o privaci che siano. E se le informazioni che ci interessano sono alcune in particolare, nessun problema: attraverso la funzione "Segui" è possibile seguire le persone e gli argomenti d’interesse visualizzando sul proprio feed i messaggi dei colleghi più in linea con la propria area di competenza.

In particolare, il feed consente tre possibili visualizzazioni:

  1. Top: le più importanti per l'utente, in base agli elementi sottoscritti e alle interazioni con il contenuto della rete Yammer;
  2. All: tutte le conversazioni a cui si ha accesso all'interno della rete aziendale;
  3. Following: i contenuti sottoscritti in modo attivo, incluse le conversazioni a cui si è reagito con un like, a cui hanno partecipato i follower, su un argomento che si è scelto di seguire o pubblicate in uno dei gruppi a cui si è iscritti.
Poi, se l’interesse c’è, l’interazione non mancherà: interagire con i contenuti di altri è alla portata di click grazie alla funzione rispondi ed esprimere accordo su un’idea semplicemente lasciando un like.

Come la natura del social enterprise vuole, anche la gestione dei messaggi è semplice e intuitiva attraverso l’inbox che permette di visualizzare, assegnare priorità e gestire tutte le conversazioni a cui si è partecipato o in cui si è stati menzionati. Ma non è il solo. In nostro soccorso subentra anche il motore di ricerca interno grazie al quale trovare rapidamente le persone, le informazioni e i documenti di cui si ha bisogno.

Ultimo, ma non ultimo: un ambiente familiare, dicevamo, che raggiunge l’apoteosi grazie alla possibilità per le organizzazioni di personalizzare la propria piattaforma di social enterprise con il look and feel aziendale.

area-download

 

Maria Francesca La Rosa
Autore

Maria Francesca La Rosa

Digital Account in Digital Dictionary. Si dimena tra il desiderio di tradizione e l'entusiasmo per l'innovazione. Nel digitale ha sempre visto un valido alleato e per lei non c'è cambiamento che non sia ordinato. Le piace tanto curiosare e sperimentare, ma direttamente sul campo vuole testare. Learning by doing: è così che si dice? Di questo approccio è sempre stata una promotrice. Chiacchiera tanto e senza sosta e di una passione ne ha fatto la sua professione.

New call-to-action
tentacle magazine