<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=325701011202038&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

 

5" di lettura

In un'epoca in cui chiunque abbia uno smartphone può produrre un video, i professionisti del marketing sono chiamati a utilizzare tecniche di narrazione più sottili, per distinguersi dai produttori amatoriali. Gli specialisti del Video Storytelling, la forma per eccellenza - e forse la più accattivante - di visual storytelling, lavorano con i clienti per scoprire storie sulle loro attività, che consentono di connettersi con il pubblico a un livello più profondo, quindi traducono queste storie in video professionali che spesso diventano commercial di successo.

 

Visual_Storytelling_azienda_checklist

 

È evidente, quindi, che nella pubblicità televisiva sempre più esperti di marketing utilizzino raffinate tecniche di narrazione visiva per coinvolgere il pubblico. Con l’espansione dell’online, il Video Storytelling sta diventando sempre più comune per una semplice ragione: funziona.

I video che raccontano una storia avvincente hanno maggiori probabilità di essere condivisi, apprezzati e commentati. È quindi più probabile che diventino virali e che siano ricordati.

 

I punti di forza del Video Storytelling

Il Video Storytelling ha delle virtù che è bene ricordare:

 

Narrazione accessibile a tutti


Può sembrare ovvio, ma lo storytelling è il modo in cui le informazioni sono state passate di generazione in generazione, fin dall’inizio dei tempi. Questo include lo storytelling visivo sotto forma di immagini sulle pareti delle caverne, come abbiamo raccontato all’articolo “Visual Storytelling for Dummies: il potere di raccontare per immagini”.

Le moderne forme di narrazione a cui le persone sono generalmente esposte includono i film e i commercial televisivi. Le strutture narrative classiche seguite dal Video Storytelling sono qualcosa con cui le persone sono molto in sintonia. Questo significa che notiamo con più facilità quando qualcuno si discosta dalla norma e gioca con diversi dispositivi di strutturazione narrativa. Un esempio? Il film Memento, con la sua struttura narrativa non lineare. Sono film come questo che ci fanno capire che abbiamo interiorizzato le strutture narrative classiche con i loro meccanismi, che includono:

  • una buona introduzione
  • un protagonista con un obiettivo definito
  • ostacoli allo scopo di fornire una certa tensione
  • un climax o un punto di crisi
  • una risoluzione

Il punto debole di un Visual Storytelling basato sulla struttura narrativa classica è che potrebbe rendere prevedibili alcune storie. Tuttavia, questa è una debolezza minore nel grande schema delle cose, ed è superabile con un po’ di creatività.

 

 

 

 

Tono più conciso rispetto ai classici messaggi di marketing


Quando si lavora con clienti che hanno poca esperienza con i video, la loro tendenza è generalmente quella di voler utilizzare il video per dire il più possibile sulla propria attività. Non si rendono conto di quanto velocemente uno spettatore si staccherà dalla visione, a causa dell’essere bombardato da informazioni che non si prestano all’ascolto. Il Video Storytelling è una soluzione fantastica a questo problema. Non è solo un modo interessante per far passare molte informazioni: è anche molto più conciso e può far emergere una risposta emotiva più facilmente di una spiegazione più pratica.

Pensiamo ad esempio a Google: il motore di ricerca più popolare avrebbe potuto spiegare i vantaggi di utilizzo dal punto di vista dell'algoritmo tecnico, ma ciò non avrebbe aiutato le persone a comprendere il vero vantaggio che ottengono da Google. Con una storia, non è necessario dichiarare l’ovvio, in quanto è possibile leggere tra le righe.

 

 

 

 

Lo storytelling video può essere conveniente


Esistono diversi modi per raccontare una storia con il Video Storytelling, e non tutti implicano ingenti somme di denaro. La produzione video non deve essere costosa, ma deve avere personalità.

 

- Video interviste


Un modo davvero semplice ed economico per raccontare una storia usando il video è intervistare i “narratori". Pensiamo ad esempio ai TED Talks, in cui le persone mettono al centro un contenuto narrativo che prende la forma di un video raggiungibile da tutto il mondo. Anche questa è una forma di Video Storytelling.

 

- Video d'archivio


L'uso di video d'archivio è un altro modo per risparmiare sui costi quando si realizza un video online. Se vuoi raccontare una storia sulla tua attività e hai un sacco di vecchi filmati, ad esempio da quando la tua attività è stata aperta per la prima volta, pensa a come puoi usarla oggi, per raccontare la tua storia.

In conclusione, il Video Storytelling, così come il Visual Storytelling, dipende tutto da una sola parola d’ordine: “narrazione”, ed è un ottimo modo per trasmettere le informazioni.

Con l’attuale passaggio delle aziende dal marketing classico all’Inbound Marketing, lo storytelling è fondamentale per aiutare a spiegare i vantaggi e le differenze del tuo brand rispetto alla concorrenza.

Vuoi approfondire la tecnica del Visual Storytelling? Clicca sull’immagine qui sotto e scarica la nostra check-list per far funzionare il tuo progetto di comunicazione visiva!

 

Visual_Storytelling_azienda_checklist

Francesca Fantini
Autore

Francesca Fantini

Nata da un felice connubio tra Italia del nord e del sud, possiede il gene prepotente della curiosità. Copywriter di professione, nazi-grammar per vocazione, vegetariana per scelta, nel tempo libero fa esperimenti ai fornelli e acquista più libri di quanti potrà mai leggerne.

Visual_storytelling_fundamentals_checklist
Digital_mindset_CTA