<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=325701011202038&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Vi abbiamo parlato di cos'è lo storytelling e di quali sono i suoi vantaggi a livello generale. Oggi vogliamo soffermarci su come questo approccio possa aiutare un settore in particolare: quello della formazione aziendale

Non hai tempo di leggere tutto l'articolo ora ma ti interessa l'argomento? Nessun problema, richiedi il nostro ebook sul Visual Storytelling e Formazione Aziendale e leggilo quando vuoi! 

In un mondo che corre sempre più veloce, trovare il tempo da dedicare in maniera esclusiva a un’attività è sempre più complesso e se ciò è vero per la vita personale di ognuno di noi, lo è ancora di più quando entra in gioco quella professionale. 

Nel contesto aziendale, i corsi di formazione sono fondamentali per creare una cultura diffusa tra tutti i dipendenti. Per fare ciò, solitamente vengono organizzati dei corsi che occupano un’intera giornata lavorativa (o più) in modo da ottimizzare i tempi e minimizzare lo sforzo.

Chiedere al proprio personale di mettere da parte il proprio lavoro per un’intera giornata, magari affrontando anche una lunga trasferta, per restare chiuso in un’aula per 8 ore ad assorbire informazioni oggi appare più come una tortura che come un’opportunità di crescita professionale.

La domanda che ogni HR manager dovrebbe farsi è solo una: quale valore possono aggiungere in azienda un paio di giornate di questo tipo nell’arco di un intero anno?

Ecco perchè, in un mondo così veloce in cui gli strumenti digitali sono sempre più pervasivi e in cui è fondamentale che i collaboratori si mantengano aggiornati nel tempo, è giunto il momento di ripensare le logiche dell’apprendimento aziendale per renderlo meno invasivo e allo stesso tempo più coinvolgente.

Nasce così il paradigma dell’informazione aziendale breve o formazione continua (noi di Digital Dictionary la chiamiamo In-Formazione continua. Se vuoi saperne di più: "L'In-Formazione continua di Digital Dictionary sui social network aziendali"), che grazie ad un format leggero e accattivante permette di mantenere costantemente aggiornati e informati i propri dipendenti.

Per farlo, uno strumento fondamentale può proprio essere il Visual Storytelling che, grazie alla sue caratteristiche di narrazione, è in grado di proporre i contenuti in modo più immediato, stimolando il dibattito e la naturale curiosità delle persone.

Come è possibile fare ciò? Utilizzando ad esempio i social media o le piattaforme di e-learning per veicolare i contenuti visuali – fatti di brevi testi, foto, infografiche, video – costruendo una storia per approfondire di volta in volta quegli argomenti che l’azienda ritiene importanti per la formazione dei propri dipendenti.

Non solo: i contenuti visuali si prestano particolarmente ad essere visualizzati direttamente su smartphone/ tablet e richiedono pochi minuti di attenzione.

In questo modo è possibile gettare le basi di una vera cultura aziendale diffusa, poiché la pubblicazione dei contenuti a un intervallo di tempo regolare crea da un lato l’effetto attesa e dall’altro rafforza di appuntamento in appuntamento le conoscenze maturate, come una goccia che sommandosi ad altre gocce riesce a scavare la roccia.

Per concludere, ecco i quattro vantaggi di adottare il visual storytelling per la formazione aziendale:

  • Crea un alto grado di coinvolgimento, rafforzando la motivazione e l’impegno da parte dei discenti;
  • Favorisce lo scambio collaborativo delle conoscenze, il confronto critico e la ricerca di nuove interpretazioni;
  • Offre un accesso semplificato a concetti astratti e messaggi particolarmente significativi;
  • Ha un approccio che risulta più familiare e incontra meno resistenze da parte della platea.
Questo è solo un assaggio, nel nostro e-book abbiamo raccolto tutto, ma proprio tutto quello che c'è da sapere sul Visual Storytelling e su come possa aiutarti a rivoluzionare (in bene) la formazione nella tua azienda. Clicca il pulsante qui sotto per riceverlo! 

New call-to-action

Bianca Giarola
Autore

Bianca Giarola

Nata nel mondo food e cresciuta tra cosmetica e pharma, ha lavorato come Marketing e Social Media Manager per Digital Dictionary. Ipercritica e appassionata, è da sempre a caccia delle storie più belle che il mondo possa offrire. È fiera di aver smesso con le serie tv, peccato che stia guardando più cartoni animati giapponesi di quanto sia conveniente ammettere.

Visual_storytelling_fundamentals_checklist
digital-strategy-posizionamento-comunicativo-canali-digitali